Utopia Luar

Il progetto "Luar de dança" nasce nella zona della Baixada Fluminense, nello stato di Rio de Janeiro, una delle regioni più colpite dal degrado sociale e dall' urbanizzazione selvaggia del Brasile. Dal 2004, facendo riferimento al programma "Fame Zero" la compagnia Luar de Dança è tra gli enti maggiormente coinvolti nella formazione di bambini, adolescenti e giovani, attraverso la danza. Il progetto vuole in particolare, partire proprio dal corpo per valorizzarlo e riportarlo alla sua giusta considerazione facendo appello all'innato…

Ciabatte riciclate d'Africa.

Nel Mali vivono circa dieci milioni di persone. A Bamako, la capitale, quasi due milioni.Auto, rifiuti. La povertà. Quella vera, quella delle metropoli: gente che non ha soldi. E neppure amici per mangiare. I dati statistici spiegano che si vive con meno di due dollari a testa al giorno. Una cifra che nelle campagne, dove si mangia il prodotto della terra, ha un senso. Ma che diventa un incubo in città, dove ogni cosa che tocchi abbisogna di denaro. Il…

Mohammed: il cacciatore di granchi

Il progetto fotografico in questione parte da un’analisi dettagliata del contesto socio-economico di Lamu (Kenya), un’isola ai confini con la Somalia e caratterizzata da una instabilità politica preoccupante e, altresì da una evidente disparità sociale tra ricchi-poveri e locali-stranieri. Il motore principale dell’economia locale è il turismo di alta nicchia con i suoi albergatori stranieri che sfruttano a proprio vantaggio le risorse naturalistiche del luogo per offrire servizi di alta qualità e deliziosi piatti a base di pesce. © Enea…

D'oro e di morte

Di là, è Costa d’Avorio. Di qua, è Mali. Ma nessuno se ne cura. Gente del Mali, della Guinea, della Costa d’Avorio, del Burkina Faso e del Niger sono tutti immersi, uguali nel loro affanno. Una terra di nessuno, che vibra tra i filoni d’oro sfruttati dalle multinazionali dove il prezioso metallo è scarso e non varrebbe la pena portarci i bisonti meccanici Per arrivare alle miniere bisogna respirare polvere e paura sotto al sole. Tre motociclette, bavaglio alla bocca,…

I fantasmi di Agadam

Agdam ( Nagorno Karabakh ) è una città fantasma, che fa parte di un paese che non è riconosciuto dalla comunità internazionale, e quindi formalmente non esiste. Il silenzio che vi regna è rotto solo dal cinguettio degli uccelli, dall' alto dei minareti della moschea, sopravvissuta alla guerra, si vedono soltanto rovine. Situata a 49km da Stepanakert, capitale del Nagorno Karabakh, eclave a maggioranza armena, cristiana, che Stalin decise di accorpare all' Azerbaigian musulmano con l' intento di governare meglio…

Ras Jadire

A seguito della cosiddetta “Primavera Araba” che ha portato alla caduta del regime di Gheddafi in Libia, migliaia di persone, per la maggiorate di provenienza sub-sahariana e lavoratori in Libia, hanno lasciato il paese africano per cercare salvezza dalla guerra. © Alessandro Rampazzo, collettivo fotosocial In migliaia hanno raggiunto il confine con la Tunisia, nella zona desertica di Choucha, dove l’UNHCR ha provveduto ad allestire un campo profughi di prima accoglienza. Le immagini raccontano la vita del campo e dei…

Patrasso: Porta d'Europa

La Grecia è il paese europeo con il minore numero di permessi di asilo politico concessi. Rifugiati della regione del Darfur, Sudan, vivono presso una vecchia stazione dei treni di Patrasso, in condizioni di sanità precaria. © Alessandro Rampazzo, collettivo fotosocial Ogni giorno alcuni di loro provano ad imbarcarsi illegalmente nei traghetti in partenza per l’Italia. Per fare ciò si nascondono, dentro o sotto ai camion che si imbarcano sulle navi, sperando di non essere trovati dalla polizia che controlla…
Sottoscrivi questo feed RSS

Contattaci

Contattaci

Informazioni

Domande, dubbi, perplessità, informazioni o semplicemente un saluto? Scrivici! Siamo sempre felici di ricevere richieste di qualsiasi genere

Indirizzo

Collettivo Fotosocial
Via Borgo Pieve 118
Castelfranco Veneto, Italia

Dove siamo